La Collezione

Collezione

La Fondazione Stauffer possiede strumenti di grandissimo pregio. Non solo per ragioni di prestigio, ma anche come investimento – non certo trascurabile – per far crescere il suo patrimonio.

I quattro strumenti di proprietà della Fondazione sono in comodato presso la collezione “Gli archi di Palazzo Comunale” di Cremona, una delle più importanti che si conoscano. Testimonianza della più grande scuola liutaria di ogni tempo, nata e sviluppatasi in Cremona dalla prima metà del XVI secolo alla pirma metà del XVIII secolo.

L’ultimo acquisto (2005) della Fondazione Stauffer è il prezioso violoncello di Antonio Stradivari (1700) appertenuto a Lisa Cristiani, giovane violoncellista per la quale Mendelssohn scrisse la Romanza senza parole in re maggiore op. 109. Con la sua acquisizione, la Fondazione corona un duplice sogno: quello di avere nel suo patrimonio un violoncello del grande liutaio cremonese e quello di completare il quartetto di sua proprietà esposto presso il Museo del Violino di Cremona.